Le materie prime dello stile shabby chic

Chi ha intenzione di cimentarsi nello stile shabby ma non sa da dove partire deve sapere che ci sono 3 complementi d’arredo che assolutamente devono essere presenti in una casa che si possa definire shabby:

  1. Il cassettone antico nella camera da letto (foto cassettiera)
  2. Uno specchio con cornice in stile vittoriano da appendere in bagno o all’ingresso (foto specchio)
  3. La credenza in cucina (foto credenza)

I primi passi per Shabbare:

Ok, adesso vediamo da dove partire in maniera pratica una volta individuato il giusto mobile che, ricordiamo, deve avere superficie irregolare e meglio ancora se è presente qualche ammaccatura:

  1. Come vernice si usa lo smalto acrilico e si deve dare rigorosamente a pennello, mi raccomando scaricate per bene il pennello (non deve essere troppo impregnato in maniera tale da lasciare qualche imperfezione).
  2. Una volta asciugata stendi la seconda mano senza andare a coprire le zone libere lasciate precedentemente, puoi anche provare a dare la seconda mano con un colore diverso.
  3. Dopo che anche la seconda mano di vernice si sarà asciugata viene il bello: utilizzando una carta vetrata fine carteggia le estremità del mobile fino ad ottenere l’effetto desiderato. Ti consiglio in questa fase di non avere fretta e prenderti delle pause durante le quali osserva il mobile da diverse angolazioni per decidere dove e quanto carteggiare.
  4. Rimuovi tutta la polvere che si sarà creata durante la carteggiatura
  5. Una volta che ritieni di aver raggiunto il tuo stile shabby ideale stendi un’ultima mano di vernice trasparente acrilica e il gioco è fatto.

 

Per concludere, lo stile Shabby chic è in grado di soddisfare le esigenze d’arredamento di qualsiasi abitazione e la cosa più bella è che permette di rivoluzionare una stanza o anche un’intera casa spendendo poco e senza dover comprare nuovi mobili ed è la cosa di cui i miei clienti sono più entusiasti.

 

Se avete domande o curiosità non esitate a contattarmi…Buona Shabbata!

Roberto.